L’UNIVERSITA’ SECONDO GIORGIA: MERITO E ONORE TRA CALO DI IMMATRICOLAZIONI, DEBITI E MACERIE

18/11 MOBILITAZIONE UNIVERSITARIA NAZIONALE Quest’anno il numero di immatricolazioni all’università è sceso del 3%, così come sono 100’000 in meno gli studenti fuorisede rispetto al 2018. I dati certificano anche dal punto di vista quantitativo la tendenza all’elitarizzazione di questo modello universitario. Mentre la Meloni nel suo discorso d’insediamento gettava fumo negli occhi a riguardo ritirando fuori il prestito d’onore

Continua a leggere

POLIMENI SCARICABARILE PROFESSIONISTA!

Non stiamo ‘attraversando insieme confini’, stiamo distruggendo il futuro. LA LOTTA CONTINUA!  Venerdì 4 Novembre giornata di mobilitazione in Sapienza  Venerdì 18 Novembre mobilitazione nazionale studentesca e universitaria L’altro ieri la rettrice Polimeni ha rilasciato un’intervista a La Repubblica, degnandosi finalmente di dare una risposta pubblica dopo le mobilitazioni degli studenti dell’ultima settimana.  Interessante notare le modalità che la Magnifica

Continua a leggere

NUCLEARE: UN INCUBO CHE VOGLIONO FAR DIVENTARE REALTA’

Era il settembre del 2021 quando Cingolani, allora neoministro alla transizione ecologica, apriva alla fissione nucleare in modo chiaro, cosa della quale, in Italia, dopo ben due referendum, non si sentiva parlare da molti anni. Incalzato poi sull’argomento, Cingolani fece qualche passo indietro dicendo che si riferiva soltanto a quello di ultima generazione che era ancora in via di sperimentazione.

Continua a leggere

“I potenti non possono impedire alla primavera di sbocciare”: la vittoria di Lula alle elezioni presidenziali

Queste parole pronunciate dal nuovo presidente del Brasile, a conclusione dei suoi 580 giorni detenzione, ben si adattano all’esito, assolutamente non scontato, del secondo turno delle elezioni presidenziali. Lula era stato condannato a poco più di dodici anni per corruzione in seguito ad una azione della magistratura dal forte sapore persecutorio ed era entrato in carcere nell’aprile del 2018, per

Continua a leggere

LA DEMOCRAZIA PER POLIMENI E MELONI È VIOLENZA SUGLI STUDENTI, DIMISSIONI DELLA RETTRICE SUBITO!

LA DEMOCRAZIA PER POLIMENI E MELONI È VIOLENZA SUGLI STUDENTI DIMISSIONI DELLA RETTRICE SUBITO! Assemblea oggi, ore 17, alla facoltà di Scienze Politiche de la Sapienza A fronte di un clima di sempre maggiore malcontento sociale e sfiducia verso questa classe dirigente (come mostrato dall’altissimo tasso di astensionismo alle ultime elezioni), il veloce susseguirsi di prese di posizione da parte

Continua a leggere

LE RUSPE DI SALVINI ARRIVANO AL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE: AI NOSTRI POSTI CI TROVERETE, AVANTI NO TAV!

All’indomani dell’annuncio e dei giuramenti dei nuovi Ministri del Governo Meloni possiamo dire di trovarci di fronte a uno dei peggiori Esecutivi che la storia della Repubblica abbia mai partorito: nostalgici del fascismo, razzisti, xenofobi, anti-abortisti e guerrafondai della peggior specie che contano tra le proprie file vecchi militanti del MSI eletti a Presidenti del Senato anche con i voti

Continua a leggere

Sarà la guerra! contro Macron e le multinazionali! [IT/FR]

[IT] “Sarà la guerra!”. Con queste parole di Emmanuel Lépine, segretario della Federazione Nazionale delle Industrie Chimiche (FNIC) della CGT, ha commentato l’intensificarsi degli scioperi nel settore petrolchimico in Francia che da circa tre settimane paralizzano le raffinerie di Total e ExxonMobil. Nello scorso fine settimana, numerosi distributori di benzina sono rimasti a secco a causa dei mancati rifornimenti, causando

Continua a leggere

GRETA THUNBERG APRE AL NUCLEARE? NON C’E’ SOLUZIONE PER SALVARE IL PIANETA DENTRO AL CAPITALISMO, E’ TEMPO DI CAMBIARE ROTTA!

È di pochi giorni fa la dichiarazione che ha fatto molto discutere di Greta Thunberg riguardo all’energia nucleare. In un’intervista condotta da una giornalista tedesca Greta ha sostenuto che è un errore chiudere in piena crisi energetica le centrali nucleari tedesche e che il nucleare è la soluzione migliore per sostituire il carbone nei primi periodi della transizione energetica. Anche

Continua a leggere

UNIVERSITÀ DELLA CRISI. Tra aule sovraffollate, economia di guerra e ipercompetizione che uccide.

1 – NUOVE MATRICOLE, VECCHI PROBLEMI Per la prima volta dopo due anni di restrizioni le università pubbliche ritornano a essere frequentate senza limitazioni: non vi sono più aule a capienza limitata, eliminate le prenotazioni per il tracciamento, reso non obbligatorio l’uso della mascherina, ma soprattutto le lezioni sono tornate al 100% in presenza con l’eliminazione (totale o parziale) della

Continua a leggere

PALESTINA, UN VIAGGIO NELLA RESISTENZA

Quest’estate una nostra delegazione ha partecipato ad un progetto in Palestina, in particolare nel villaggio di Farkha in Cisgiordania dal 27 luglio al 9 agosto. In quei giorni abbiamo avuto la possibilità di approfondire la storia palestinese e di essere ospitati da un popolo tenace e resistente, costantemente sotto attacco per il solo fatto di esistere. Durante il viaggio abbiamo

Continua a leggere
1 2 3 4 23