l’ANTIFASCISMO NON SI PROCESSA. Intervista a Genova Antifascista verso la manifestazione del 23 maggio.

Buongiorno, innanzitutto vorremmo esprimere massima solidarietà e chiedervi di spiegarci sinteticamente i fatti che sono accaduti quel 23 maggio 2019 a Genova con le successive operazioni repressive, e in generale come è nata la realtà di Genova Antifascista. Buongiorno a voi e grazie per la solidarietà, che come diciamo sempre è la nostra arma più potente, e per lo spazio

Continua a leggere

25 APRILE, RESISTERE AL NEMICO

“Il 25 aprile non è una ricorrenza, ora e sempre, Resistenza” Non si tratta solo di un coro fin troppo abusato, ma di una triste realtà: da anni vediamo come una data fondamentale per la nostra Storia, ovvero il giorno simbolo della liberazione dal nazi-fascismo e della resistenza partigiana, sia diventata una mera ricorrenza e l’ennesima occasione per forze della

Continua a leggere

NEI NOSTRI QUARTIERI L’UNICO INTERVENTO PUBBLICO È QUELLO DELLA POLIZIA

Solidarietà contro l’accanimento repressivo. La nostra generazione vale più di una vetrina di Gucci. Due notti fa, approfittando del coprifuoco, un ingente dispiegamento di forze dell’ordine ha eseguito 37 arresti nella periferia torinese. L’accusa è pesantissima: devastazione e saccheggio. I ragazzi colpiti dalle misure cautelari provengono dalle periferie della metropoli torinese, per lo più giovanissimi e immigrati, figli di un

Continua a leggere

Rompiamo il silenzio sulle stragi di stato nelle carceri

Domenica 7 marzo eravamo in presidio sotto al carcere Sant’Anna di Modena nell’anniversario dell’inizio delle rivolte e proteste carcerarie che, iniziate proprio a Modena coinvolgeranno poi 49 istituti detentivi. Questo succedeva dopo l’annuncio della sospensione delle visite dei familiari ma aveva anche le sue radici nel disagio di dover vivere in celle sovraffollate (al sant’Anna di Modena su 369 posti

Continua a leggere

Appello dall’Italia al mondo dell’arte, della cultura e accademico per la liberazione di Pablo Hasel

Ieri una partecipata iniziativa online ha sostenuto il lancio della campagna per la liberazione di Pablo Hasel. Iniziativa che ha visto numerosi interventi da parte di compagni dalla Catalogna, della CUP e di Arran, della professoressa Rossella Selmini e di alcuni artisti del panorama musicale nostrano: gli Assalti Frontali, David della Banda Bassotti, Kento e Bakis Beks. Qui di seguito

Continua a leggere

SOLIDARIETÀ A ERIC GOBETTI, LA VERITÀ È RIVOLUZIONARIA

Vogliamo esprimere tutta la nostra solidarietà a Eric Gobetti, al centro in questi giorni di pesanti minacce a seguito della pubblicazione del suo ultimo libro “E allora le foibe?”. Già nelle scorse settimane, con l’avvicinarsi della Giornata del ricordo, la pagina Wikipedia dello storico era stata presa di mira e manomessa, aggiungendo fra le righe frasi diffamatorie volte a screditare

Continua a leggere

25 Aprile. Covid nelle fabbriche e manganelli per strada, la Resistenza continua!

Allontanando gli spauracchi sul fascismo alle porte, e cercando invece di inquadrare le dinamiche attuali all’interno di categorie legate alla gestione dei risultati a cui hanno portato le politiche scellerate delle classi dominanti, proponiamo nel giorno della liberazione una riflessione sul tema del controllo sociale e della torsione antidemocratica. È assicurato che la crisi e la recessione globale che verranno

Continua a leggere

La repressione del conflitto dentro l’emergenza coronavirus

All’indomani dello sciopero generale proclamato da USB per il 25 Marzo scorso la Commissione di Garanzia – anche detta Autorità di garanzia sugli scioperi – ha aperto un procedimento d’infrazione nei confronti del sindacato. Per capire come si è arrivati a questo punto in prima battuta è necessario focalizzare l’attenzione sulla funzione di questa Autorità. È nata nel 1990 e

Continua a leggere

18 marzo. Anniversario dell’omicidio di Fausto e Iaio a Milano

Il 18 marzo 1978 Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci vengono assassinati in via Mancinelli. Sono due ragazzi di diciotto anni che insieme ad altri compagni del quartiere stanno conducendo un’inchiesta sullo spaccio di eroina e delle relazioni fra questa e gruppi fascisti e della malavita organizzata, tra Lambrate e Città Studi. Si viveva da mesi in un clima di crescente

Continua a leggere
1 2 3 13