Guerra alla guerra imperialista! Da euromaidan all’invasione russa: il conflitto ucraino nella competizione globale

Pubblichiamo una raccolta di articoli e contributi usciti in queste ultime settimane e non solo rispetto al conflitto che si sta svolgendo in Ucraina. Di fronte alla propaganda bellicista che tutti i mass media ci propongono riteniamo fondamentale dotarsi di strumenti di controinformazione per fornire un orientamento su quali sono i reali interessi in gioco e su come siamo arrivati

Continua a leggere

TAMBURI DI GUERRA: LA TENDENZA NATURALE DELL’OCCIDENTE IN CRISI

La crisi Ucraina rischia davvero di far precipitare il mondo verso una nuova guerra mondiale? Nessuno ha la sfera di cristallo per sapere se quello degli Stati Uniti sia un bluff, se l’Unione Europea asseconderà le pressioni dell’alleato storico o, com’è probabile, tirerà dritto nel suo progetto imperialista indipendente e in competizione con gli stessi Stati Uniti, né se gli

Continua a leggere

Roma: la filosofa Cubana Isabel Monal alla Sapienza

Si è svolto nella suggestiva sala Odeion, nel Museo dell’Arte Classica, piano terra della struttura della città universitaria della Sapienza che ospita la Facoltà di Lettere e Filosofia, il seminario internazionale con protagonista Isabel Monal, rivoluzionaria e filosofa cubana dell’Università dell’Avana, esperta riconosciuta a livello mondiale “del pensiero e dell’azione”, come recitava il titolo, di Antonio Gramsci. Il seminario si

Continua a leggere

Afghanistan: Rivoluzione, controrivoluzione e gli scenari dopo la sconfitta dell’Occidente

Il 7 ottobre del 2001 ebbe inizio l’Operazione Enduring Freedom in Afghanistan con intensi bombardamenti aerei nord-americani e britannici a sostegno della cosiddetta “Alleanza del Nord”. Questa data costituì per la storia mondiale l’inizio di una serie di eventi che hanno portato alla sconfitta dell’imperialismo occidentale di poche settimane fa, con il ritiro delle truppe statunitensi e il ritorno dei

Continua a leggere

MOBILITAZIONI IN DIVERSE CITTÀ PER LA PALESTINA E GLI EROI DI GILBOA

Oggi in diverse città siamo scesi in piazza in solidarietà ai prigionieri politici palestinesi evasi da Gilboa e torturati dalle autorità israeliane, promuovendo inoltre azioni per la giornata internazionale d’azione contro Puma promossa da BDS Italia. La complicità di Puma con un paese assassino che da decenni opprime e pratica un genocidio nei confronti del popolo palestinese è infatti solo

Continua a leggere

CON CUBA NEL CUORE, LA SOLIDARIETÀ È UNA ARMA!

Oggi 26 agosto un aereo carico di aiuti per il Paese Socialista, raccolto da differenti soggetti e istituzioni, é partito da Malpensa. Segno che il popolo italiano, ma non solo (visto che gli aiuti sono stati raccolti in vari Paesi), non si è scordato del contributo che Cuba ha dato – grazie all’intervento del personale medico-infermieristico nel picco della Pandemia

Continua a leggere

PER UN EMBARGO MILITARE CONTRO ISRAELE

La trascrizione del nostro intervento in occasione dell’iniziativa “VUOI LA PACE? PREPARA LA PACE” promossa da BDS Italia nell’ambito della Settimana contro l’apartheid 2021 (#IsraeliApartheidWeek). La legittimazione e il sostegno da parte degli alleati occidentali a Israele va inquadrato in una fase di grande instabilità e complessità sul piano internazionale. Israele rappresenta una roccaforte dell’imperialismo occidentale in Medio Oriente: per

Continua a leggere

Libertà per gli studenti e le studentesse palestinesi!

Rispondiamo anche dall’Italia all’appello mondiale promosso da Samidoun Palestinian Prisoner Solidarity Network e sottoscritto da centinaia di organizzazioni giovanili e studentesche di tutto il mondo per rivendicare la liberazione immediata degli studenti palestinesi prigionieri, la tutela del loro diritto all’educazione, all’espressione e all’impegno politico cosí come il loro diritto a determinare il loro avvenire. Non possiamo e non dobbiamo restare

Continua a leggere

Un sistema in crisi: i giovani catalani in rivolta per Pablo!

La questione catalana è tornata a farsi sentire fortemente nelle piazze della Catalogna a partire dall’arresto di Pablo Hasel, un rapper comunista e indipendentista, condannato a 2 anni e 4 mesi di carcere a seguito di alcuni suoi tweet e il testo di sua canzone, in cui denunciava l’attacco delle istituzioni spagnole alla libertà di espressione. Migliaia di giovani catalani

Continua a leggere
1 2 3 4 13